Qui Paderno Dugnano

nella Città Metropolitana Milanese

Ancora sulla Tari

Ricevo da Renzo Trevisiol una nuova riflessione sulla Tari, recentemente discussa in Consiglio Comunale, e che volentieri pubblico:

***

IL contratto della RACCOLTA RIFIUTI su richiesta del gestore subirà un aumento di costo del 1,6% e all’assessore sta bene perché è l’aumento minimo previsto da ARERA: ma quali sono le cause/motivi dell’aumento…? L’art.15 “aggiornamento canone” da indicazioni molto chiare anche per la diminuzione/riduzione  nel caso di modifica/mancanza di effettuazione di servizi.  Ho visto le riunioni delle commissioni competenti e del consiglio comunale che hanno trattato dell’argomento e ne sono “rimasto” con una domanda (DOMANDONE!):

Perché i consiglieri comunali di Paderno Dugnano hanno paura ad affrontare il “problema” del contratto della RACCOLTA RIFIUTI (leggi TARI)? 

Se non una commissione specifica (è prevista nel regolamento comunale) almeno  nella commissione competente. Ed invece nulla! Nell’ anno scorso, addirittura, avevano “vietato al pubblico” di ascoltare il consiglio comunale nel mentre trattavano  una interrogazione che concerneva  il contratto. Eppure che ve ne sia urgenza, a loro ché  sono gli addetti ai lavori, è senz’altro evidente! Costi che aumentano perché aumentano i quantitativi di rifiuti da smaltire, incompleta informazione sui reali ricavi possibili derivanti dai materiali riciclati (carta – vetro e altri), diversi servizi di raccolta “specifici” pagati all’impresa  ma per anni mai effettuati (45.000/Y €),  un centro per il ”riuso” (che ha senso se gestito/attuato dal volontariato e non dal privato!) mai attuato e comunque pagato 34.500/Y €,  la reperibilità per lo  “sgombero neve e ghiaccio”, inutile doppione perché ve ne è già uno specifico stipulato con altri operatori,  pagato 40.000/Y €.  Dobbiamo continuare? Per ci non l’avesse ancora visto il contratto   https://dgegovpa.it/Paderno/albo/dati/20170685D.PDF

Continua a leggere

Un saluto ad Emilio Zucca

Ho lavorato per molti anni al Comune di Cinisello Balsamo e lì ho avuto modo di conoscere persone straordinarie come Enrica Brambilla storica dirigente dei Servizi Sociali, recentemente scomparsa, ed Emilio Zucca a lungo impegnato nella vita politica e sociale di quella città. Mi piace ricordarlo con un articolo di Ivano Bisòn scritto per l’occasione per il sito della “Città di Cinisello Balsamo”.

***

“Cinisello piange Emilio Zucca, una vita di impegno civile e politico” di Ivano Bisòn, 10 Aprile 2021

 Emilio Zucca, non è più tra noi. La sinistra di Cinisello Balsamo perde un altro importante protagonista della sua storia. Emilio fin da giovanissimo, dagli anni ’60, ha operato con grande efficacia per mantenere vive le radici e le tensioni ideali arricchendo con il suo impegno una civile convivenza fatta di conquiste a favore dei cittadini più bisognosi.

Egli ha assolto (e non in modo marginale) anche un grande compito, da un punto di vista storico e culturale, ricostruendo le vicende politiche, le lotte e le iniziative condotte e portate a compimento dalle amministrazioni cinisellesi succedutesi dopo la Liberazione. Il nostro giornale ha ospitato, per lungo tempo, le sue intense pagine ricche di situazioni e perspicaci riflessioni. Un lavoro di certosina ricerca, sui fatti e sui personaggi, poi raccolto in un fascicolo ancor oggi reperibile presso la Biblioteca del Pertini. Un’opera poi rivelatasi utile per molti giovani ricercatori.

E’ stato animatore e puntiglioso analista nel conservare i ricordi della Resistenza. Emilio ha lavorato e bene nel movimento cooperativo, assolvendo ad un importante incarico nel rapporto con quel composito universo formato dai soci. Sempre pronto a schierarsi in prima persona, vivace nel partecipare ai dibattiti ha vissuto, condividendolo con tanti altri, il travaglio che ha caratterizzato negli
ultimi anni le difficoltà delle forze progressiste, presenti nel Paese e nella nostra città.

Per tutti è stato bello conoscerlo. E’ motivo d’orgoglio averlo avuto come leale compagno. La famiglia, a cui va il nostro grande abbraccio, ha deciso il suo ricordo, con un rito laico, che si terrà Mercoledì 14 Aprile, alle ore 16, presso la Sala Culto della Casa Funeraria di Cinisello Balsamo, in via Sibilla
Aleramo, 29. Che gli sia lieve la terra.”

Prossimi eventi

  1. ANPI informa

    20 Aprile 2021, 8:00 - 28 Aprile 2021, 17:00

I nostri consigli di lettura

Articoli recenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001. E' un blog scritto a più mani i cui testi sono liberamente riproducibili citando la fonte. Le foto presenti su questo blog sono prese in larga parte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Nel caso i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione non hanno che da segnalarlo per la relativa rimozione.