Qui Paderno Dugnano

nella Città Metropolitana Milanese

Novità Rho-Monza ?

Dal sito di “Settegiorni.it” leggiamo che a breve potrebbero ripartire i lavori sulla Rho-Monza. Riportiamo l’articolo di una interpellanza del consigliere del M5S Massimo De Rosa.

” Milano Serravalle ha risposto alla richiesta del Consigliere regionale Massimo De Rosa del M5S Lombardia sulla Rho-Monza.

De Rosa chiedeva anche chiarimenti sulle tempistiche di consegna “anche con interventi provvisori” per la riapertura al transito di alcune tratte “per alleggerire il traffico nella zona di Bollate e Paderno Dugnano”. Milano Serravalle scrive: “la soluzione temporanea che è stata individuata, approvata dai diversi soggetti nel corso della riunione dell’11 aprile, prevede la connessione della cosidetta ‘complanare B’ alla viabilità locale attraverso due raccordi”. Al momento però i lavori sono fermi a causa “della procedura di concordato preventivo”.

Il commento del consigliere dei Cinque Stelle De Rosa

La Società è comunque intervenuta “rendendosi disponibile alla liquidazione diretta degli importi” e “a breve i lavori potrebbero cominciare”. Massimo De Rosa, consigliere regionale del M5S Lombardia, commenta:  “Finalmente arrivano novità positive sulla Rho-Monza. I cantieri fermi sono una beffa per il territorio e per i cittadini. Ribadiamo la richiesta che i cantieri siano sbloccati il prima possibile. Rho-Monza non può diventare l’ennesima cattedrale nel deserto della Lombardia. Il M5S Lombardia inoltre fa proprio l’appello dei Comitati locali che hanno inviato una lettera al Ministro Costa per chiedere se si dovesse andare verso una nuova gara di appalto per i lavori residui, di accelerare i tempi di approvazione delle varianti e inserirle nel nuovo eventuale bando di gara. Sono anni che i comitati lavorano per mitigare l’impatto di questa autostrada, che rappresenta una ferita per il territorio. La loro voce va ascoltata anche perchè chiedono di contrastare  inquinamento, rumore e la bruttura dell’infrastruttura che doveva essere pronta per Expo”.

L’appello di Rubagotti

Ricevo da Gianni Rubagotti il seguente appello:

Gentile Sindaco Casati,

ho letto dalla stampa locale che oramai Lei si è insediato e già oggi celebrerà i primi matrimoni civili del suo mandato.

Se lunedì parlerà con l’Ufficio Protocollo del Comune potrà verificare che tempo fa è arrivata una lettera in posta certificata da parte del Partito Radicale che chiede una firma affinché il governo salvi il servizio pubblico reso da quasi mezzo secolo da una radio che proprio perché si chiama radicale è stata e vuole rimanere la radio della trasmissione integrale delle istituzioni e di tutti.

Sull’archivio di Radio Radicale oltre alle attività del Parlamento dagli anni 70 a oggi ci sono processi, sedute del CSM, congressi di tutti i partiti, dibattiti.

Non sotto forma di riassunti o note ma con la registrazione integrale delle voci dei loro protagonisti.Un patrimonio storico unico al mondo, con documenti talmente affidabili da essere utilizzati come prova giuridicamente valida dagli avvocati.

Questa settimana è stato approvato un emendamento al decreto Crescita che con minori soldi del necessario (3 milioni invece di 5) dà la speranza di poter tenere viva la radio e il suo archivio fino alla gara per la assegnazione del servizio in convenzione che il Parlamento ha chiesto.

Serve la approvazione del decreto, serve poi una gara e serve anche una buona informazione in reazione a tante notizie false che circolano su Radio Radicale.

La scorsa consigliatura il Presidente del Consiglio Comunale uscente Umberto Torraca di Forza Italia aveva dichiarato in Consiglio che secondo lui ogni consigliere avrebbe dovuto firmare la petizione online per salvare la radio in convergenza col VicePresidente Efrem Maestri del Partito Democratico.

Durante la campagna elettorale la sede del Partito Democratico e quella di Insieme per Cambiare hanno esposto appelli per salvare il servizio pubblico della radio.Quello che manca è la firma del Sindaco a quella lettera di posta certificata.

Mi auguro che Lei si aggiungerà presto ai tanti Sindaci italiani che quella firma la hanno data.

Gianni Rubagotti, Presidente del Comitato “Salviamo Radio Radicale” di Milano

La destra in rotta..

Oggi è una bella giornata per la città di Paderno Dugnano.

Dopo 10 anni le forze del centro destra, riunite intorno a Bogani e a Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Ghioni, hanno perso il governo della città. La coalizione di Casati, con l’apporto determinante delle liste civiche, ha vinto.

Bene anche la coalizione di Giuranna (Insieme per Cambiare, Persone al Centro e Sinistra per Paderno) che al primo turno aveva avuto la fiducia di circa il 15 % dei cittadini. E’ un primo passo per il cambiamento.

Bene, ripartiamo.

Prossimi eventi

  1. Festa ACAP

    22 Giugno 2019, 16:00 - 23:30
  2. Festival di Villa Arconati

    26 Giugno 2019, 8:00 - 23 Luglio 2019, 17:00
  3. Calici d’estate

    3 Luglio 2019, 21:00 - 23:30

I nostri consigli di lettura

Articoli recenti

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001. E' un blog scritto a più mani i cui testi sono liberamente riproducibili citando la fonte. Le foto presenti su questo blog sono prese in larga parte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Nel caso i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione non hanno che da segnalarlo per la relativa rimozione.

Commenti recenti