nella Città Metropolitana Milanese

A proposito di flashmob

La drammatica situazione che stiamo vivendo genera diversi sentimenti: tutti rispettabili. Timore, paura, angoscia, disperazione. E, per alcuni, dolore. Ma anche voglia di resistere, di aiutare gli altri, di fare, di essere cauti, di aderire alle indicazioni delle autorità. Anche di credere e di sperare che “tutto andrà bene”. Ogni persona ha una sua reazione individuale.

Il paese, anche Paderno Dugnano sta reagendo bene. Continuiamo così. Serviranno ancora molte settimane. Le riflessioni sul dopo e su come ne usciremo cambiati le facciamo tutti noi, nella nostra testa, ma rimandiamole al dopo.

Oggi trovo assolutamente pertinente l’osservazione di Ennio Morricone, un grande della musica italiana, a proposito di alcuni flash mob. E’ leggibile su Huffington Post. Una intervista di G.Fantasia. Ne cito solo uno stralcio finale dell’articolo: “Ennio Morricone: “La musica adesso non consola. I canti sui balconi mi fanno simpatia ma oggi sono inopportuni”

In questi giorni moltissime persone hanno fatto e continuano a fare flashmob alle finestre con canti e balli: le piacciono?

“A me questo fatto che molti cantino dai balconi o tra di loro e che sventolino le bandiere, da un lato fa simpatia, dall’altro lo ritengo inopportuno”. 

È comunque una reazione per continuare a vivere e a sperare, le risponderebbero i più. 

“Certo, un po’ di leggerezza può aiutare, non c’è alcun dubbio, ma in questi giorni c’è stata una percentuale molto alta di morti e ci vorrebbe più rispetto. Mi chiedo cosa pensino tutte quelle persone in quei momenti: secondo me pensano solo a loro stesse”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.