nella Città Metropolitana Milanese

Attenzione ai trasformisti

Quando la politica diventa oscura e incomprensibile allora il pericolo è cambiare tutto perché non cambi nulla.E appaiono i trasformisti. L’importante è che non si capisca quanto succede e perché. Cosa è successo dentro al Lega di Paderno Dugnano? Su che cosa le due parti si sono combattute e spaccate al punto di produrre il cambio del capogruppo, le dimissioni del consigliere filo-Pillon e il probabile commissariamento della sezione locale?

Quale è il loro pensiero su costruire in un parco pubblico, sul piano ex Scaltrini, sull’ampliamento del Carrefour, sui servizi pubblici, sugli investimenti? Qual è la loro idea di città per la quale rischiano di spaccare un partito “leninista” come la Lega? Non è dato sapere.

Di certo sullo sfondo ci sono gli schieramenti amministrativi del 26 maggio e forse, per qualcuno, anche per il dopo.Ma se è così attenzione ai trasformisti. Oggi questi rischiano di moltiplicarsi. Nasceranno quante liste e per che cosa? Bisogna stare attenti .A Paderno di trasformisti ce ne sono di storici, collaudati e ben conosciuti. Alcuni con il passato da democristiano, altri con il passato da comunista.

Non è che quello che non andava bene fino a ieri, da oggi, pur di vincere, va bene. Basta con la vecchia politica della prima repubblica. “Stai con me e vinciamo”. “Cosa faremo, lo vedremo dopo”. Oppure “il programma va sempre bene purché sia io il candidato che decide cosa fare”. Serve la politica delle cose concrete e la trasparenza. Mettere al centro i problemi dei cittadini e non i calcoli della convenienza personale. Ognuno dica cosa vuole fare e poi si deciderà con chi stare.

Se invece resta tutto nell’ombra il risultato sarà pessimo. Per la città di Paderno Dugnano.

2 risposte a Attenzione ai trasformisti

  • Filo Pillon? Che significa? Se deve fare considerazioni riguardo persone che non conosce, si informi meglio. Io mi occupo del DDL 735 che ha vari firmatari tra cui il Sen. Pillon. E stop.
    Altrimenti questa sua piccola precisazione, che a me non sfugge, rischia di sembrare una strizzata d’occhio alle femministe di #nonunadimeno ecc… e un tentativo di etichettare un cittadino che si adopera per migliorare la legge sull’affido condiviso. Cordialmente

    • Gent. ex consigliere G. Biraghi, se ha intravisto nella mia affermazione un’offesa o peggio un tentativo di “gogna mediatica” me ne scuso. Era solo per ricordare che il suo impegno politico era /è a favore del DDL 735, comunemente detto “Pillon”. Anzi, da parte mia, le auguro buon lavoro e le auguro di riuscire davvero a migliorare la legge sull’affido, che invece il disegno di legge “Pillon” vuole peggiorare. Cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Prossimi eventi
  1. Paderno: R Ensemble 3

    17 Febbraio 2019, 16:00 - 18:30
  2. Metropolis: Il futuro prossimo in 3 film

    19 Febbraio 2019, 21:30 - 5 Marzo 2019, 23:30
Articoli recenti