nella Città Metropolitana Milanese

Gianfranco Massetti

Sono nato a Soncino nel 1953. Laureato in Filosofia lavoro al Comune di Limbiate. Dal 1995 al 2004 sono stato vicesindaco di Paderno Dugnano e poi fino al 2009 Sindaco.

Una finanziaria con poche luci l'opinione di Bersani,secondo il quotidiano Affaritaliani.it

bersani-ape--4-10

La finanziaria non è ancora testo pubblico. Ci sono le dichiarazioni di Renzi e qualche slide. C’è questa cattiva abitudine di approvare un testo base e poi scrivere nei giorni seguenti il disegno di legge,si che spesso nei dettagli si scoprono cattive sorprese.Due tra tutte, al momento: la penalizzazione di 300 milioni per i comuni d’Italia e pochissime risorse per i contratti dei dipendenti pubblici.Torneremo con calma ad analizzare questo seconda finanziaria “renziana”che già ha ricevuto il plauso di Confindustria e Confcommercio e le critiche di Fassino (ANCI) e dei Sindacati.”Dimmi con chi vai…”

“Renzi dovrebbe usare argomenti che, almeno, non insultino l’intelligenza degli italiani”. Pier Luigi Bersani, dai microfoni di ‘Ho scelto Cusano’ su Radio Cusano Campus, torna all’attacco del presidente del Consiglio sul tema dell’innalzamento del tetto all’uso del contante previsto in Stabilita’: “Uno che ha 3mila euro per fare un acquisto – spiega l’ex segretario Pd – ha sicuramente la carta di credito in tasca. E’ che non vuole usarla. Semplificazione? E’ piu’ semplice usare la carta di credito che sfogliare 3mila euro in contanti”. “Dobbiamo correggerla – avverte – questa decisione, perche’ da’ un segnale molto preoccupante. L’evasione nel nostro Paese e’ un fenomeno colossale, non e’ il caso di aggredirlo con meccanismi terroristici, ma con gli strumenti di oggi: a cominciare dalla tracciabilita’ dei pagamenti. Negli Stati Uniti se vai a pagare un albergo in contanti chiamano lo sceriffo”.  “Speravo non succedesse. Per me questo intervento contiene un elemento di fondo negativo. Cosa intendiamo per cambiamento del Paese? Bisogna incanalare i comportamenti verso un sistema di regole. Noi abbiamo un’economia sommersa, un nero, un’evasione e un riciclaggio che non ha nessun Paese dell’Occidente”, dice ancora Bersani. “Non possiamo dar l’idea che incoraggiamo l’uso del contante, che e’ uno strumento basico elementare per quei fenomeni negativi. Stiamo dando – incalza – il messaggio che significa schiacciar l’occhio all’Italia cosi’ com’e’, nei suoi tratti negativi e deteriori”. Stesso ragionamento per la cancellazione dell’Imu: “Era piu’ giusto fare come fece il governo Prodi – afferma Bersani – Dobbiamo esentare le fasce piu’ deboli. Ma perche’ devo regalare 2mila e 800euro al padrone di un palazzo mentre una modesta famiglia che ha un modesto appartamento in periferia ci guadagna solo 150 euro?”.

Il PD interroga, l’Amministrazione non chiarisce vicenda Mantovani

  mantovani4 Il gruppo consiliare del PD ha presentato una interpellanza urgente (il giorno 15 alle ore 14,30) sulle notizie di stampa che citavano i lavori di ristrutturazione di una scuola di Paderno Dugnano dentro l’ordinanza del GIP sull’arresto del Vicepresidente Mantovani.Il gruppo chiedeva di sapere: “a quali lavori si fa riferimento per il Comune di Paderno; se tali lavori sono stati assegnati tramite affidamento diretto o tramite bando; quali determine/delibere si riferiscono a tali lavori e se l’Amministrazione Comunale non ritenga utile fornire al Consiglio Comunale o alla Commissione consiliare la documentazione relativa” ai fatti citati dalla stampa. Con sorprendente ed ammirevole puntualità rispondeva in giornata l’Ass.Tonello che “gli incarichi necessari alla redazione del progetto sono stati conferiti dal Provveditorato delle Opere Pubbliche della Lombardia e Liguria che ha svolto altresì le funzioni di stazione appaltante”. Ciò ribadito resta da capire però non solo le responsabilità individuali (compito della Magistratura)  ma anche la sorveglianza che i Lavori Pubblici comunali hanno esercitato sull’opera in questione ; cosa significhi  l’affermazione della stampa e come intenda chiarire l’Amministrazione Comunale questo “indiretto coinvolgimento”. Attendiamo ulteriori chiarimenti,possibilmente tempestivi.

Solidarietà a Giovanni Di Maio assessore comunale di Paderno Dugnano

dimaio Abbiamo appreso solo oggi dalla stampa locale la notizia che  l’Assessore Giovanni Di Maio è stato vittima di un episodio di violenza sabato 9 ottobre.L’aggressione sarebbe avvenuta in un bar di Palazzolo Milanese.Nel condannare questo come ogni singolo fatto di aggressione e violenza,legati o meno a fatti amministrativi o politici,  la Redazione intera esprime solidarietà e vicinanza all’assessore al Personale,Viabilità ,Protezione civile e Aziende Partecipate del Comune di Paderno Dugnano.
Prossimi eventi
  1. Mostra di Urban Reports

    20 Ottobre 2021, 8:00 - 3 Novembre 2021, 17:00
  2. Consiglio comunale

    26 Ottobre 2021, 20:00 - 23:30
  3. Commissione antimafia

    28 Ottobre 2021, 18:30 - 21:00
Articoli recenti