nella Città Metropolitana Milanese

Notizie

Approvati i progetti di “rigenerazione” urbana

Riportiamo il comunicato stampa dell’Amministrazione comunale che annuncia l’approvazione di progetti di rigenerazione urbana per 5,5 milioni di euro provenienti dai fondi del PNRR.

“Nell’ultima seduta del 2022, la Giunta ha approvato i progetti definitivo-esecutivi di rigenerazione urbana, di connessione tra luoghi e di riqualificazione ambientale, che saranno realizzati con risorse PNRR che il Comune di Paderno Dugnano si è aggiudicato candidando il piano di interventi denominato Ri.Urb2 e partecipando al programma metropolitano ComeIn.

Circa 5,5 milioni di euro (a cui si somma un ulteriore stanziamento comunale di 100mila euro) saranno investiti per realizzare opere pubbliche che daranno unitarietà e riconoscibilità ad un ampio sistema di spazi collettivi (parchi e piazze) e alla rete di mobilità sostenibile lungo l’asse est-ovest, da Calderara fino alla Biblioteca Tilane e la stazione ferroviaria. Interventi che ridaranno decoro e un’immagine di qualità urbana a luoghi e spazi che il tempo, i danneggiamenti e l’incuria hanno degradato. Non una riqualificazione dell’esistente fine a se stessa, ma la rappresentazione di un’idea coordinata di qualità urbana che la Giunta ha trasferito ai progettisti per dare alle opere il significato di una continuità che genera relazioni e socialità.


Lungo questo asse est-ovest, saranno riqualificate le piste ciclabili esistenti e realizzati nuovi tratti di collegamento tra i quartieri, i punti di interesse e i luoghi di servizio. Nell’ambito del programma ComeIn, inoltre, saranno sostituite le sedute del secondo anello dell’anfiteatro all’interno del Parco Lago Nord (il primo anello è stato già finanziato con i fondi di Fondazione Cariplo per il progetto L.A.G.O.) e sarà completamente ristrutturato il centro Carcatrà che tornerà ad essere luogo di aggregazione soprattutto giovanile in una struttura moderna, accogliente e con un design innovativo.


Piazza della Resistenza, Piazza Langer, Piazza Don Borsani avranno un nuovo volto e insieme alla grande radura verde, tanto attesa dai cittadini, che sarà realizzata tra le vie Grandi-Capernico-Cartesio, racconteranno e valorizzeranno il potenziale ecologico e naturale della città. Una visione strategico-ambientale d’insieme che riguarderà anche la riqualificazione di Piazza Santambrogio, le aree verdi davanti all’ingresso della Scuola Don Milani e dietro l’Istituto Croci e dei parchi lungo le vie Rossini, Mascagni, Cimarosa e Sibelius.

Continua a leggere

Verdi e Sinistra raccolgono le firme

Verdi e Sinistra comunicano che raccoglieranno le firme per la presentazione della loro lista alle prossime elezioni regionali del 12 e 13 febbraio, a sostegno di Pierfrancesco Majorino.

La giornata scelta è il 3 gennaio: dalle 8,30 alle 13,00 in via Oslavia presso l’area del mercato di Dugnano e dalle ore 15,00 alle ore 17,00 in via A.Coti Zelati a Palazzolo Milanese.

Pessima la qualità dell’aria a Milano..

Secondo il Report 2022 di Legambiente, le politiche per la qualità dell’aria sono ad un punto morto: non c’è stato nessun miglioramento negli ultimi 5 anni. Il comunicato così continua:

“Il 2022 si conferma l’ennesimo anno di cattiva aria in Lombardia. Con pochissime variazioni rispetto ai precedenti, a guadagnare i primati negativi per quanto riguarda le polveri sottili sono Milano e Cremona. Il dato che emerge nell’analisi di Legambiente Lombardia sui dati Arpa sottolinea come le due fonti prioritarie di emissioni che danno luogo agli elevati livelli di particolato sospeso, siano il traffico automobilistico per Milano e le emissioni zootecniche per il capoluogo della ‘bassa’.

Nell’ordine, sono Milano, Cremona, Mantova, Brescia, Lodi, Monza, Pavia e Como le città che hanno infranto il tetto massimo concesso dalla normativa europea per quanto riguarda le giornate di smog elevato, con polveri oltre i 50 microgrammi/mc: 35 giorni all’anno secondo le vigenti norme europee. Bergamo, ferma a 34 giorni, potrebbe farcela a restare al di sotto del limite europeo se le condizioni meteo degli ultimi giorni dell’anno favorissero un ricambio d’aria, mentre Lecco, Sondrio e Varese, con un numero di infrazioni compreso tra 14 e 20, sono in “zona salvezza” (vd. tabella 1).

Nessuna delle città lombarde, però, rispetta le nuove linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, in virtù delle quali devono essere meno di 4 all’anno le giornate di smog estremo. La normativa europea sulla qualità dell’aria è in fase di revisione e i limiti potrebbero diventare ancor più stringenti. Se così fosse, nessuna città lombarda potrebbe dichiararsi “libera dallo smog”.

Continua a leggere
Prossimi eventi
  1. ANPI informa

    25 Gennaio 2023, 8:00 - 24 Febbraio 2023, 17:00
  2. Intervallo. Momenti di ascolto guidato di musica classica

    31 Gennaio 2023, 20:30 - 28 Febbraio 2023, 23:30
  3. David Maria Turoldo, il resistente

    6 Febbraio 2023, 21:00 - 22:30
  4. Metropolis: stagione teatrale 2022/23

    6 Marzo 2023, 20:30 - 21:00
Articoli recenti