nella Città Metropolitana Milanese

Coronavirus 2

Riprendo dal sito comunale:

In questa sezione, i provvedimenti e le indicazioni da seguire. Contribuiamo a diffondere le indicazioni e i comportamenti da seguire accordate dal Ministero della Salute e Regione Lombardia.

AGGIORNAMENTO – 24.2.2020: ORE 18.00

In relazione all‘Ordinanza firmata dal Presidente della Regione Fontana,si evidenzia che i mercati di Dugnano del Martedì e di Palazzolo del Venerdì seguiranno il normale svolgimento salvo diversa disposizione.

Come chiarito nelle FAQ, leggi sotto:

  • Bar e Pub possano rimanere aperti con l’obbligo di chiusura dalle 18.00 alle 6.00.
  • I Ristoranti possano rimanere aperti.

AGGIORNAMENTO – 24.2.2020: ORE 17.30

Trasmesse al personale le Informazioni sulle misure attuate in materia di contenimento del virus COVID19

Con riferimento all’epidemia del virus Covid-19, l’Amministrazione Comunale di Paderno Dugnano ha recepito le indicazioni fornite dall’Unità Operativa Ospedaliera di Medicina del Lavoro dell’ASST Rhodense in merito alle misure da adottare per gli operatori a contatto con il pubblico.

A seguito dell’ordinanza del Ministero della Salute di intesa con il Presidente della Regione Lombardia del 23 febbraio 2020, a titolo precauzionale, questa Amministrazione Comunale ha altresì adottato misure ulteriori per il contenimento del rischio anche a tutela dei propri lavoratori, e precisamente:

a. Chiusura uffici al pubblico per la giornata di lunedì 24 febbraio 2020  al fine di consentire l’adozione di procedure organizzative e l’allestimento di misure di prevenzione rispetto all’epidemia in atto, disposte in attesa delle disposizioni speciali preannunciate con la citata ordinanza e da individuare con successivo apposito provvedimento regionale per i servizi di front office;

b. Distribuzione a tutto il personale di mascherine protettive (tipo FFP3) per l’uso delle quali sono state fornite – tramite e-mail del servizio risorse umane – le seguenti prescrizioni:

1. indossare la maschera esclusivamente quando si viene a contatto con persone sconosciute ad una distanza inferiore ad 1,5 m. ATTENZIONE non ne va fatto un uso continuativo;

2. non è necessario indossare la mascherina nel caso di attività ordinaria o con presenza di colleghi;

3. le mascherine non utilizzate andranno conservate nel cassetto delle scrivanie e saranno utilizzabili per un anno;

4. le mascherine utilizzate saranno sostituite dallo scrivente servizio e dovranno essere riposte in sacchetti chiusi e sigillati;

c. Dotazione guanti – al personale della Polizia Locale e agli assistenti sociali saranno consegnati appositi guanti. Saranno via via valutate analoghe necessità di colleghi di altri settori;

d. Pulizie edifici – si provvederà alla sanificazione degli uffici con appositi prodotti, ad opera della società che si occupa delle pulizie degli edifici comunali;

e. Detergenti mani – nei bagni l’attuale detergente per le mani sarà sostituito con una tipologia a base alcolica;

f. Sistemazione postazioni – gli sportelli dei servizi demografici e URP saranno dotati di schermature fisse in plexiglass aventi dimensioni idonee a costituire barriera fisica tra utenti e operatori;

g. Contingentamento utenza sportelli demografici e URP – si provvederà a gestire con l’ausilio della Polizia Locale il contingentamento dell’afflusso nel palazzo comunale dell’utenza che necessita di accedere ai servizi demografici e/o URP.

AGGIORNAMENTO – 24.2.2020: ORE 17.00

Pubblicati i primi chiarimenti relativi all’applicazione dell’Ordinanza del Ministero della Salute di intesa con il Presidente di Regione Lombardia del 23 febbraio 2020

Per approfondimenti sulle FAQ, clicca QUI

AGGIORNAMENTO – 23.02.2020: ORE 23.00

Emanata l’ordinanza del Ministero della Salute di intesa con il Presidente della Regione Lombardia e quella del Sindaco Ezio Casati

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, e il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, hanno firmato un’ordinanza con la quale, si dispongono una serie di provvedimenti per l’intero territorio della Lombardia. Il Sindaco Ezio Casati ha, a sua volta, adottato alcune misure specifiche per il territorio comunale.

Cosa prevede l’ordinanza regionale?

Fino a domenica 1 marzo compreso, in Lombardia sono in vigore le seguenti misure:

· la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico;

· la chiusura dei nidi, dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per gli anziani a esclusione di specializzandi e tirocinanti delle professioni sanitarie, salvo le attività formative svolte a distanza;

· la sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei, dei cinema e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all’articolo 101 del codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, nonché dell’efficacia delle disposizioni regolamentari sull’accesso libero o gratuito a tali istituti e luoghi;

· la sospensione di ogni viaggio d’istruzione, sia sul territorio nazionale sia estero;

· la previsione dell’obbligo da parte degli individui che hanno fatto ingresso in Lombardia da zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, di comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio, che provvede a comunicarlo all’autorità sanitaria competente per l’adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva;

Inoltre l’ ordinanza regionale prevede che:

· per quanto riguarda le attività degli uffici pubblici verranno individuate disposizioni speciali con successivo apposito provvedimento regionale per i servizi di front office e per la regolamentazione di riunioni / assembramenti;

· per quanto riguarda l’applicazione della misura della quarantena con sorveglianza attiva fra gli individui che hanno avuto contatti stretti con casi confermati di malattia infettiva diffusiva, per il personale sanitario e dei servizi essenziali, verranno individuate disposizioni speciali con successivo apposito provvedimento regionale;

· per quanto riguarda le chiusure delle attività commerciali, le stesse sono disposte in questi termini:

  • bar, locali notturni e qualsiasi altro esercizio di intrattenimento aperto al pubblico sono chiusi dalle ore 18.00 alle ore 6.00;
  • per gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati è disposta la chiusura nelle giornate di sabato e domenica, con eccezione dei punti di vendita di generi alimentari;

· per le manifestazioni fieristiche, si dispone la chiusura

Per scaricare l’ordinanza regionale, clicca QUI

Il Sindaco Ezio Casati ha, a sua volta, adottato alcune misure specifiche, aggiuntive, per il territorio comunale. Per saperne di più, clicca QUI