nella Città Metropolitana Milanese

L’architetto della piazza Addolorata

E’ scomparso in questi giorni a Meda, dove viveva, l’architetto Giuseppe Botto Rossa. Aveva 79 anni. Era di Palazzolo Milanese e anche da noi ha lasciato tracce del suo lavoro. Importante il suo progetto di riqualificazione della piazza Addolorata che allora era ridotta ad un parcheggio selvaggio (come ora) e che lui trasformò in uno spazio pubblico, tutto pedonalizzato e di grande eleganza.

Altri lavori lo hanno visto protagonista, tra i quali, la ristrutturazione La ristrutturazione del Palazzo Vismara e del cimitero di Cassina Amata. Mi piace ricordare anche la sua passione intellettuale e culturale. In un intervento dal titolo ”La tutela del patrimonio edilizio” (sulla Calderina dell’ottobre 1977) scriveva: ”L’amministrazione pubblica deve assumersi nei confronti dei processi di trasformazione che intervengono nella città un ruolo propositivo e non neutrale. Deve essere l’Amministrazione pubblica che indica, nel concreto, le linee di questi processi di trasformazione, proprio perché non è soggetta ai limiti e agli interessi dell’operatore privato”.

E poi una difesa dell’idea di recupero dell’esistente  e della monumentalità di Villa Gargantini, del Palazzo Vismara e dell’ampliamento del Palazzo comunale.

Un architetto attento e scrupoloso, oltre che affabile. Ricordo la sua presenza nella direzioni lavori di piazza Addolorata ma anche il suo spirito di ricerca che lo portò ad una intuizione che, forse ,pochi ricordano. Il Centro Studi Territoriali del 1977.

Una nuova Esperienza Il Centro Studi” fondato da lui e dal suo compagno Giuseppe Tagliabue. “Una iniziativa partita dalla volontà di studenti, studiosi e militanti di partiti democratici che tende ad unificare i due momenti fondamentali di ogni attività culturale: la ricerca vera e propria e la traducibilità di questi assunti nella pratica della gestione quotidiana del territorio dal punto di vista politico-economico –sociale”.

Sua, credo, è una delle prime analisi dello sviluppo urbanistico e territoriale della città di Paderno Dugnano dalle origini della proprietà fondiaria sei-settecentesca allo sviluppo industriale degli anni ’30 fino agli anni ’70.

Prossimi eventi
  1. D(i)ritti al Futuro

    19 Settembre 2021, 8:00 - 10 Ottobre 2021, 17:00
  2. Consiglio Comunale

    28 Settembre 2021, 20:00 - 30 Settembre 2021, 23:00
  3. Maurice Cerasi, un architetto in città

    2 Ottobre 2021, 11:00 - 12:30
  4. Villaggio Ambrosiano: Matita solidale

    2 Ottobre 2021, 17:00 - 19:00
Articoli recenti