Qui Paderno Dugnano

nella Città Metropolitana Milanese

Una Casa dell’Acqua a Palazzolo

E’ stata inaugurata, martedì 20 luglio,  la nuova Casa dell’Acqua in piazza Hiroshima a Palazzolo Milanese. E’ il terzo impianto attivo in città dopo quelli di Piazza Oslavia e via Mascagni.

Dopo il simbolico taglio del nastro, i cittadini potranno recarsi alla nuova casetta e rifornirsi di acqua naturale e frizzante prelevata dall’acquedotto cittadino, sicura e controllata, ottima da bere.

La nuova Casa dell’Acqua nasce grazie alla collaborazione fra il Comune e Gruppo CAP, che gestisce il Servizio idrico Integrato nella Città metropolitana di Milano.

Sciopero all’ILVA di Paderno

“Il 20 luglio, in tutto il gruppo Acciaierie d’Italia, c’è stato uno sciopero di 24 ore indetto dalle sigle metalmeccaniche Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm per protestare contro la situazione in cui versano i vari stabilimenti, a cominciare da Taranto, e lanciare un segnale al Governo. Attraverso Invitalia, lo Stato è ora partner di Acciaierie d’Italia.

A Taranto lo sciopero coinvolge anche i lavoratori delle aziende dell’indotto-appalto e multiservizi attraverso le rispettive organizzazioni sindacali.

«È stata registrata un’altissima adesione allo sciopero di 24 ore indetto in tutti gli stabilimenti del gruppo Acciaierie d’Italia». Lo dichiara in una nota Gianni Venturi, segretario nazionale Fiom-Cgil e responsabile siderurgia. «A Taranto negli impianti l’adesione è stata intorno all’80%, al netto dei comandati per le norme di salvaguardia del sito siderurgico, mentre le imprese dell’indotto si sono fermate totalmente.

Adesione sopra il 90% allo stabilimento di Genova di Cornigliano dove è stato deciso lo sciopero di un’ora al giorno fino al 29 luglio. Stabilimenti vuoti con produzione totalmente ferma a Racconigi (Cuneo) e a Legnaro (Padova) con il raggiungimento del 100% di adesioni e a Novi Ligure (Alessandria) la partecipazione è stata superiore al 90%. E infine a Paderno Dugnano (Milano) lo sciopero ha superato il 60%»,spiega Venturi.”

Vasche di laminazione (3)

Figura 1: Destino dei patogeni virali nel ciclo idrico integrato e punti di potenziale esposizione umana (Rapporto ISS Covid-19 n. 10/2020)

di Ottorino Pagani:

” Il post pubblicato il 3 luglio 2020 (https://www.quipadernodugnano.info/vasche/) riportava alcune considerazioni al Rapporto e alla figura sopra riportati; dopo un anno, mi sembra opportuno riproporre il tema partendo dalle conclusioni del Rapporto stesso:

In conclusione, l’analisi di rischio esposizione a SARS-CoV-2 attraverso l’acqua e i servizi igienici indica che sussistono allo stato attuale elevati livelli di protezione della salute.

Tuttavia, analogamente a quanto si osserva per la contaminazione dovuta a altri agenti chimici e patogeni, gli eventi pericolosi critici correlati alla possibile diffusione dell’infezione COVID-19 attraverso l’esposizione a matrici idriche (acque reflue, acque superficiali usate per la balneazione o per fini irrigui, approvvigionamenti idrici autonomi) vanno individuati nelle circostanze di mancanza o inefficienza dei servizi di depurazione che potrebbero comportare la diffusione di SARS-CoV-2 nell’ambiente.

Le autorità di sorveglianza dovranno quindi incentrare ogni attenzione sulla possibile esistenza di emissioni e scarichi illeciti di reflui da abitazioni e nuclei urbani.”

Il fiume Seveso rientra certamente nella categoria indicata nel Rapporto come “corpo idrico recettore … potenzialmente contaminato”: sulla scorta delle indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità le autorità di sorveglianza e le istituzioni preposte che situazione hanno rilevato? e quali azioni / precauzioni hanno individuato per salvaguardare le salute dei cittadini residenti nel bacino del Seveso? e in particolare, qual’è la situazione nel nostro Comune, in relazione alla maggiore criticità indotta dal Seveso e dal Canale scolmatore che, in caso forti precipitazioni, nella sezione ampliata fino a Senago costituisce una vasca con acqua stagnante? E quando i cittadini potranno “partecipare” a queste informazioni che, a mio avviso, sono prioritarie e indispensabili per qualunque piano di salvaguardia delle acque del bacino del Seveso?”

Prossimi eventi

  1. Estate Padernese

    29 Giugno 2021, 8:00 - 15 Agosto 2021, 17:00
  2. ANPI informa

    11 Luglio 2021, 8:00 - 18 Settembre 2021, 17:00

I nostri consigli di lettura

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001. E' un blog scritto a più mani i cui testi sono liberamente riproducibili citando la fonte. Le foto presenti su questo blog sono prese in larga parte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Nel caso i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione non hanno che da segnalarlo per la relativa rimozione.