Qui Paderno Dugnano

nella Città Metropolitana Milanese

A proposito di TARI

In attesa dell’approvazione delle nuove tariffe Tari, che avverrà nel prossimo Consiglio Comunale, ecco un nuovo commento e qualche domanda di Renzo Trevisiol:

“La raccolta dei rifiuti nel Comune di Paderno Dugnano nei primi 3 mesi dell’anno  è aumentata ben del +11,25% rispetto fine marzo 2020.   

E’ migliorata la % della differenziata incrementata da 73%  al 73,74, ma solo perché l’aumento dei rifiuti indifferenziati (+6,3%) è stato minore dei differenziati (+13%). Da segnalare l’ aumento del legno (+46%).

Sicuramente l’assessore ha dati maggiori  per inquadrare la situazione  che, vista la premessa, per tutto il 2021 non si  preannuncia “serena”. Sarà ancor più preoccupante se continua a persistere da parte dell’Ente Comune di Paderno Dugnano di non saper gestire il contratto dell’IGENE URBANA e l’incapacità a  seguire l’evoluzione del settore.  Sembra sia, l’Ente comunale, più preoccupato a non dar fastidio, a non disturbare il “manovratore” che a difendere gli interessi(tasche) e la qualità della vita dei cittadini padernesi.

IL capitolo 7 del contratto tratta delle -penalità e controversie-e tra le tante penalità si arriva persino a stabilire al punto  -o) Per omesso svuotamento di cestino stradale si applicherà una penale €./cad. 25,00 (venticinque/00)  e sarebbe “bello” sapere dall’assessore quante infrazioni sono state sancite: sicuramente nessuna perché tutto viene eseguito alla perfezione. IL contratto prevede che lo svuotamento avvenga almeno 2 volte alla settimana. E ci limitiamo ai cestini!

 Se non l’assessore  almeno qualche consigliere  potrebbe presentare un interrogazione , così, per curiosità, mica perché lo chiediamo noi. Anche per l’assessore al Bilancio  va tutto bene, continua a pagare anche i servizi che non vengono  svolti “in barba”  all’art.7, sempre del contratto.  Ma i padernesi sanno comprendere tutto e si fanno carico anche di “autoconvocarsi” per ripulire vie, zone, giardini: sono certo che il Sindaco Casati sia già a conoscenza di questi volenterosi e che abbia già dato disposizione di “premiarli” con la Calderina d’Oro per indicarli come esempio da imitare ad ogni cittadino che voglia Paderno pulita…”

Due popoli, due stati

La questione palestinese è sempre il cuore della questione.

Noi siamo per la soluzione politica: “due popoli, due stati”; ma non siamo ciechi di fronte a quello che succede e vediamo anche la sproporzione della forze in campo e dei diritti negati.

Israele ha diritto alla sua sicurezza e i palestinesi hanno diritto alla loro terra, alle loro case e al loro Stato. L’Italia e l’Europa non possono stare zitte a guardare gli eventi.

Adesso bisogna fermare la guerra e imporre il cessate il fuoco.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001. E' un blog scritto a più mani i cui testi sono liberamente riproducibili citando la fonte. Le foto presenti su questo blog sono prese in larga parte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Nel caso i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione non hanno che da segnalarlo per la relativa rimozione.