nella Città Metropolitana Milanese

Proroga del mercato tutelato (2)

Articolo di Ottorino Pagani

Il 18 novembre 2022 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.L 176/2022, il nuovo decreto “Aiuti quater”, entrato in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione; nel testo troviamo conferma della proroga del “mercato tutelato” del gas, che si allinea alla data già in atto per  l’energia elettrica, precisamente:

Slitta a partire dal 10 gennaio 2024, l’abrogazione della norma (art. 22, c. 2, terzo periodo, D.Lgs. n. 164/2000) secondo cui per i soli clienti domestici, nell’ambito degli obblighi di servizio pubblico, l’Autorità per l’energia elettrica e il gas continua transitoriamente a determinare i prezzi di riferimento per il gas (art. 5).

Inoltre, si modifica l’art.5-bis D.L. n. 50/2022 secondo cui al fine di contribuire alla sicurezza degli approvvigionamenti, il GSE (Gestore dei Servizi Energetici), anche tramite accordi con società partecipate direttamente o indirettamente dallo Stato e attraverso lo stretto coordinamento con la maggiore impresa di trasporto di gas naturale, provvede a erogare un servizio di riempimento di ultima istanza tramite l’acquisto di gas naturale, ai fini del suo stoccaggio e della sua successiva vendita entro il 31 marzo 2023 (invece che 31 dicembre 2022 come previsto dalla norma originaria), nel limite di un controvalore pari a 4.000 milioni di euro.”

Chi, invece, si trova nel mercato libero non subirà alcun impatto dal posticipo. Ma può, se insoddisfatto del proprio profilo di offerta individuare un’altra proposta o tornare al servizio di tutela in qualunque momento. Il rientro, infatti, resta sempre possibile con qualunque impresa di vendita nel settore del gas.

Attualmente, secondo gli ultimi dati forniti dall’Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente ), sono circa 7,3 milioni i clienti domestici ancora in condizioni di tutela nel settore gas, su un totale di 20,4 milioni, il 35,6% circa. Un massiccio rientro di utenti nel “mercato tutelato”, unitamente a prese di posizione delle associazioni dei consumatori e sindacali, nel corso del prossimo anno, possono sollecitare la “politica” ad una discussione critica in merito ai rischi e alle contraddizioni dell’abrogazione della tutela. Il “mercato tutelato” dell’energia  rappresenta l’unico contrappeso  per i cosiddetti “clienti vincolati” (famiglie e  PMI), consumatori che non hanno alcun potere contrattuale in un “mercato libero” fagocitato da “cartelli” e interessi geopolitici.

Inoltre, i prezzi degli acquisti di energia dell’Acquirente Unico del GSE costituiscono un indispensabile riferimento (benchmark) anche per gli “utenti idonei” (grandi utenti), che nei momenti di forte speculazione, come l’attuale, devono affrontare un “mercato” simile alla “borsa nera” dell’energia.

Prossimi eventi
  1. ANPI informa

    25 Gennaio 2023, 8:00 - 24 Febbraio 2023, 17:00
  2. Intervallo. Momenti di ascolto guidato di musica classica

    31 Gennaio 2023, 20:30 - 28 Febbraio 2023, 23:30
  3. David Maria Turoldo, il resistente

    6 Febbraio 2023, 21:00 - 22:30
  4. Metropolis: stagione teatrale 2022/23

    6 Marzo 2023, 20:30 - 21:00
Articoli recenti