nella Città Metropolitana Milanese

Sanità del territorio: serve un cambio di passo

Due notizie sconcertanti sulla sanità pubblica nel nostro territorio

La prima, a conferma di quanto sia stata trascurata, è la pubblicazione nel Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia di un Comunicato del 15 marzo 2021 – n. 35 della Direzione generale Welfare – che racconta degli “ambiti territoriali carenti di assistenza primaria, di pediatria di libera scelta e incarichi vacanti di continuità assistenziale” da cui risulta che nella nostra ASST Rhodense, per i comuni di Paderno e Senago mancano ben 11 medici. Cosa si aspettava ad intervenire? Un’epidemia?

La seconda riguarda il fermo di una ambulanza irregolare, fatto dalla polizia locale di Buccinasco, che ha riscontrato due operatori “in nero”.

I due operatori del Consorzio Italia, cooperativa originaria della Puglia e con diverse sedi in Italia e a Milano (quella operativa è a Paderno Dugnano), erano irregolari. Uno dei due, in più, era pluripregiudicato per reati contro la pubblica amministrazione, persona e patrimonio. Per entrambi è scattata la segnalazione agli enti competenti per lavoro nero. Gli agenti hanno anche controllato l’ambulanza, adibita a servizi secondari e chiamate a gettone, riscontrando gravi mancanze. Diverse irregolarità riscontrate sul mezzo A partire dall’assenza di revisione da diversi anni, ma non solo. Sul mezzo mancavano le dotazioni previste e i dispositivi di protezione personale per gli operatori. In più, la polizia locale ha verificato che l’ambulanza non veniva sanificata dopo ogni servizio, come previsto per legge e nel rispetto, soprattutto in questo periodo di drammatica emergenza, delle norme sanitarie”.

Ecco due esempi che ci dicono quanto la sanità pubblica sia dimenticata, trascurata e lasciata all’impresa privata.

Queste, come altre informazioni che abbiamo già dato, circa la situazione dei tamponi, la lentezza per le vaccinazioni over 80 presso il Centro Anziani di Calderara, la mancanza delle USCA territoriali e la poca trasparenza circa la pandemia nel territorio, ci fanno dire che forse serve un cambio di passo anche da noi.

Non solo in Regione Lombardia, non solo in ASST rhodense ma anche in Paderno Dugnano. Cosa serve? Serve una vertenza vera e propria con ASST e ATS per riorganizzare i servizi socio-sanitari. Ci vuole una vera riqualificazione del Palazzo sanità non per una nuova sede ridipinda ma come una vera Casa della salute come prevede la legge sulle sperimentazioni. Servono attenzione e controlli su tutto il comparto sanità pubblico e privato. Con tutto quello che c’è da fare forse serve anche una delega assessorile alla Sanità pubblica, proprio come negli anni ‘70 e ‘80. Tanto più che oggi la complessità e l’inefficienza pubblica e la voracità del settore privato hanno messo nell’angolo la salute dei cittadini.   

Prossimi eventi
  1. Mostra di Urban Reports

    20 Ottobre 2021, 8:00 - 3 Novembre 2021, 17:00
  2. Consiglio comunale

    26 Ottobre 2021, 20:00 - 23:30
  3. Commissione antimafia

    28 Ottobre 2021, 18:30 - 21:00
Articoli recenti