nella Città Metropolitana Milanese

ambiente

Lo strano caso dell’OdG sulla COP21 “ucciso” a mezzanotte Dal blog di Efrem Maestri, Vicepresidente del Consiglio Comunale, Gruppo del Partito Democratico a Paderno Dugnano

Dopo quasi tre settimane dall’ultimo Consiglio comunale non volevo trovarmi certamente a scrivere questo post che, premetto, peccherà un po’ di autoreferenzialità. Quanto segue è dovuto dal fatto che ultimamente alcuni cittadini mi domandano – più o meno tutti i giorni dal 30 novembre ad oggi – se quanto si legge su giornali e blog corrisponda a realtà. Le domande sono più o meno le stesse: «è vero che avete respinto un Ordine del Giorno sui cambiamenti climatici?», «ma il tuo Partito non ha detto/fatto niente?». Provo a precisare meglio, come ho già fatto con alcuni cittadini, quanto accaduto nella seduta consiliare del 30 novembre u.s., anche perché le due lettere magiche – PD – negli articoli pubblicati da alcuni blog padernesi, “stranamente” non compaiono (non c’è nulla di male, non ce l’ho con nessuno: i blog sono diari personali on-line ed essendo tali è normale un “briciolo di autoreferenzialità”). Continua a leggere

SMOG Killer Anche Paderno Dugnano aderisce al blocco della circolazione

smog_macchine.1450961271 Dopo aver criticato il comportamento attendista del Sindaco Alparone non possiamo che registrare, con piacere, che il 24 dicembre lo stesso ha firmato l’ordinanza n.114 “Disposizioni urgenti per il contenimento dell’inquinamento atmosferico nel Comune di Paderno Dugnano”con la quale ha aderito al blocco della circolazione veicolare per i giorni 28,29 e 30 dicembre dalle ore 10 alle 0re 16 già accolta da numerosi sindaci del milanese. Sul sito del Comune tutte le istruzione relative al funzionamento dell’ordinanza nonché il testo per esteso. Continua a leggere

COP21 – L’Uomo e l’energia

A Parigi, un paio di settimane fa si sono incontrati i rappresentanti di tutti i popoli del mondo, quasi 200 nazioni, per cercare di ridurre il riscaldamento globale della terra, che solo chi non vuol vedere può affermare che non esiste. (Nel 1997 a Kyoto erano presenti 35 paesi). Il problema coinvolge tutte le nazioni e senza la collaborazione di tutte le nazioni non è possibile risolverlo. L’attività umana negli ultimi 100 anni è riuscita a produrre cambiamenti climatici che la natura, da sola, in tempi geologici, ha impiegato milioni di anni per produrne di analoghi. Tutte le nazioni presenti hanno trovato un accordo e si sono impegnate a ridurre le emissioni di gas serra entro il 2020 in modo che l’aumento della temperatura media causato da questi gas sia inferiore ai 2.0 °C (meglio se 1,5 °C) rispetto ai livelli pre-industriali (1900-1950). Qui trovate il testo completo dell’Accordo di Parigi COP21_paris Agreement 2015_12_12 (purtroppo non sono riuscita a trovare la versione in italiano) L’accordo è molto articolato e fa riferimento ai numerosi accordi precedenti ed è difficile interpretazione se non si hanno chiari tutti i passaggi precedenti e le proposte nate e sviluppate nel corso degli anni. Riporto un commento dettagliato dei principali elementi e delle modifiche concordate durante la conferenza tratte dal sito http://www.italiaclima.org   COP21 Commenti Accordo . Si può dunque essere soddisfatti dell’accordo raggiunto? Continua a leggere
Prossimi eventi
  1. Seregno:dove va la sanità lombarda?

    21 Gennaio 2020, 21:00 - 23:00
  2. ANPI informa

    25 Gennaio 2020, 14:00 - 27 Febbraio 2020, 9:30
  3. 7 sindaci e il Nord Milano

    1 Febbraio 2020, 17:00 - 23:00
Articoli recenti