nella Città Metropolitana Milanese

Tra Carrefour e Referendum La Riserva indiana del “Nord Milano”: di Ottorino Pagani

Ci sono indicatori socio economici che caratterizzano le riserve indiane Americane, ne ricordo un paio: età media alta perché i giovani indiani emigrano, e un transito veloce del denaro , precisamente: sono sufficienti 48 ore, dal ricevimento, affinché il 75% degli stipendi o sovvenzioni statali venga trasferito fuori dal territorio. Questo è il risultato delle politiche di desertificazione del tessuto sociale e economico di quei territori operato dagli Stati Americani; questi indicatori, a mio avviso, caratterizzano anche il “Nord Milano”, cioè l’Area omogenea della Città Metropolitano costituita dai Comuni di Cinisello B.- Sesto S.G. -Cusano M. – Cormano- Bresso e Paderno D. Con circa 280.000 abitanti. In questo contesto si annunciano alcune “importanti novità “: l’ampliamento di due “centri commerciali” e il “Referendum Maroni”, precisamente: Saranno ampliati il Centro Carrefour di Paderno e il Centro Auchan-Bettola di Cinisello, per questo Centro si tratta di una riapertura e sarà “molto, molto più grande di quello storico di Viale Brianza chiuso nel 2015”. I due centri distano pochi chilometri, in un area già satura di questi non luoghi. Il meccanismo con cui le Amministrazioni Comunali si apprestano a dare le autorizzazioni sono ben descritti da quanto ha detto il Sindaco dì Cinisello: “ Abbiamo approvato un progetto che …..non produce modifiche volumetriche o aumenti di consumo di suolo, ma si costruisce su una ridefinizione funzionale dei volumi già consentiti da precedenti scelte urbanistiche “ e chi realizzerà il nuovo progetto si è impegnato a fornire al Comune una cifra di 16 milioni  per l’acquisizione di aree attualmente private del Parco del Grugnotorto che entreranno nel patrimonio pubblico delle aree verdi cittadine. Non entro nel merito degli aspetti urbanistici la quantità di verde non cambia …, e la cementificazione si può ridurre anche se già consentita.), ma vorrei solo far notare che queste multinazionali francesi della distribuzione sono uno dei principali attori del drenaggio di soldi (probabilmente meno di 24 ore per trasferirli in Francia) e della desertificazione economica del territorio. Non sarebbe più opportuno che i Sindaci del Nord Milano dedichino più tempo e le “ridefinizioni funzionali” per costruire un PGT del Nord Milano coerente, almeno, alla “Specificità di questa Area Omogenea” indicate dalla Città Metropolitana: “la città dei nuovi lavori, dei nuovi servizi e dell’abitare “, invece di facilitare chi sta depauperando il territorio? Nel frattempo la Regione Lombarda ha già dato i permessi a Auchan per il Centro Commerciale di Cinisello e si sta concentrando sul “Referendum Maroni” del 22 ottobre per una maggiore “autonomia”, che depaupera’ le comunità lombarde di altri 50 milioni circa. Io credo che la partecipazione a questo referendum dovrebbe essere discussa nei territori con le Associazioni e i “Quartieri “ e non nelle direzioni dei partiti ; la costruzione di una Confederazione vera di Regioni autonome parte dal basso, richiede la partecipazione dei Cittadini; e prima di chiedere “strane autonomie” è forse il caso di ripristinare i luoghi della partecipazione a partire dai Consigli di Quartiere, i PGT e i Bilanci partecipati, il voto dei Cittadini per i vari Consigli Metropolitani e una legge elettorale che permetta di sceglierci i nostri rappresentanti in Parlamento. Ma forse la Lega e i “partiti del si'” intendono per Regione Autonoma Lombarda un “Gruppo” di persone (Governatore e Consiglieri Regionali) eletti da meno del 50% dei Lombardi che in modo autonomo ridefinisce i propri vitalizi e stipendi in virtù dei minori trasferimenti allo Stato delle nostre tasse, come già successo nelle altre Regioni Autonome .. Mi auguro che i Lombardi non parteciperanno alla sceneggiata del “Referendum Maroni” e che gli “ Indiani del Nord Milano” troveranno il modo di reagire , senza aspettare l’aiuto di “partiti” in altre faccende affaccendati …  
Prossimi eventi
  1. D(i)ritti al Futuro

    19 Settembre 2021, 8:00 - 10 Ottobre 2021, 17:00
  2. Consiglio Comunale

    28 Settembre 2021, 20:00 - 30 Settembre 2021, 23:00
  3. Maurice Cerasi, un architetto in città

    2 Ottobre 2021, 11:00 - 12:30
  4. Villaggio Ambrosiano: Matita solidale

    2 Ottobre 2021, 17:00 - 19:00
Articoli recenti