nella Città Metropolitana Milanese

Una storia infinita..

Di nuovo in discussione la tranvia Milano-Limbiate. Ancora una volta i sindaci di centrodestra (Senago e Varedo) si oppongono a versare risorse per il miglioramento del trasporto dei cittadini del nord Milano. La miopia è di casa.

Nonostante l’assemblea al capolinea della M3 in Comasina, del 18 gennaio, che ha evidenziato la pessima qualità dell’aria e la necessità di una cura del ferro per la salute del nord Milano, c’è sempre qualcuno che frena. L’articolo del Notiziario, che riporto, evidenzia l’ennesimo rischio di paralisi dei progetti e dei lavori:.

“La metrotramvia Milano-Limbiate rischia di chiudere. Bisogna trovare un accordo soprattutto con i Comuni di Senago e Varedo che non vogliono finanziare le loro quote per un contributo di 600mila euro. Allo stesso modo Cusano Milanino non ha ancora detto se parteciperà alle spese per la tramvia Milano-Desio-Seregno”. Siria Trezzi riporta l’attenzione sulle due linee tranviarie che collegano Milano alla Brianza. La delegata ai trasporti di Città Metropolitana è intervenuta sabato mattina alla manifestazione con i circoli di Legambiente al capolinea della metropolitana di Comasina annunciando un incontro decisivo per lunedì con l’assessore ai trasporti del Comune di Milano e tutti i soggetti coinvolti. 

L’obiettivo dell’assemblea all’aperto che ha chiamato a raccolta militanti, esponenti politici e cittadini è stato quello di avviare un patto non solo di protesta ma anche per portare nuove idee sulla mobilità sostenibile passando dalle situazioni delle arterie Milano-Meda e Rho-Monza e il futuro delle metrotramvie Milano-Limbiate e Milano-Desio-Seregno. Situazioni che rischiano di trasformarsi in emergenza se non affrontate in tempi rapidi.

“Nel 2012 abbiamo misurato che 320.000 mezzi al giorno passano da Cormano, la nostra aria è inquinata del 30% in più rispetto a quella di piazzale Loreto”, ha detto Gianmario Ubbiali del circolo di Legambiente portando l’attenzione sulla Milano-Meda. Allo stesso modo anche la riqualificazione della Rho-Monza con le opere di mitigazione è un altro nodo da sciogliere: “È un problema che ci trasciniamo da 10 anni con continui ritardi nella realizzazione“, ha aggiunto Luigi Lunardi, presidente del circolo di Legambiente di Paderno Dugnano. “Non basta dire che verrà tutto finito entro il 2021, vogliamo un crono programma preciso. Più aumenta il ritardo, più c’è il rischio di interventi inefficaci per le mitigazioni”.

Prossimi eventi
  1. Labour Film Festival

    3 Settembre 2020, 8:00 - 15 Ottobre 2020, 17:00
  2. Miss Marx al Metropolis

    23 Settembre 2020, 8:00 - 30 Settembre 2020, 17:00
  3. Per Flavio Mariani

    3 Ottobre 2020, 11:00 - 12:30
Articoli recenti